20 feb 2014

Il larice dimezzato

by Davide (37) | 0 commenti | 3193 visite

Il larice dimezzato

Venerdì 14 febbraio è stato nostro gradito ospite Alfredo Salaccione (istruttore nazionale IBS). Tra le varie piante che sono state portare dai nostri soci, vi propongo la lavorazione più interessante, il larice di Roberto.

mg_4255_1Il bonsai si mostra in tutta la sua imponenza, altezza circa un metro, dopo vent’anni di mantenimento senza particolari lavorazioni.
Alfredo inizia la sua valutazione ammirando i pregi della pianta: corteccia vetusta, piede e parte bassa del tronco conici, buona ramificazione.
Note dolenti del larice sono la perdita di conicità dopo il primo ramo e l’eccessiva distanza trai rami nella parte alta. Alfredo, con un’ammirabile delicatezza, suggerisce la sua strategia per il restyling del bonsai: potare sopra il primo ramo eliminando la parte alta della pianta.
L’obiettivo sarà sfruttare al meglio il primo ramo (che tra l’altro ha un’attaccatura al tronco molto particolare) e abbassarlo per ottenere uno stile prostrato.

mg_4268_1Roberto incassa e accetta il consiglio del nostro sensei e, sega alla mano, taglia personalmente la pianta. Viene lasciato un pezzo di tronco che verrà lavorato come jin.

Alfredo mette mano alle tronchesi e inizia a lavorare il Jin. Ci mostra come rompere e strappare il legno dall’alto verso il basso, seguendo le venature della pianta, in modo da ottenere un effetto di legna rotta e vetusta il più naturale possibile. Anche il vecchio jin viene corretto per renderlo più naturale, eliminando il taglio “piatto” precedente.

mg_4281_1Per invecchiare rapidamente il nuovo jin e farlo assomigliare di più a quello già esistente, Alfredo sceglie la via del fuoco. Brucia la parte appena lavorata con un piccolo cannello a gas, fino ad annerire la legna. In queste operazioni è sempre importante alternare fuoco e acqua per raffreddare la pianta.
Inoltre, se il ramo da bruciare non fosse in verticale come nel nostro caso, meglio inclinare la pianta per fare si che il calore non vada a scaldare rami laterali che potrebbero soffrirne. Dopo la bruciatura si effettua una vigorosa pulizia con una spazzola dura.

Nelle fasi successive applicheremo liquido jin e il legno assumerà la tipica colorazione bianca della legna secca.

Il vaso andrà sostituito con uno più squadrato e profondo per adattarsi al nuovo stile della pianta.

laricedimezzato

Ecco tutte le foto della lavorazione del larice di Roberto:

Share


Licenza Creative CommonsQuesto opera è distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.



Lascia un commento

Highslide for Wordpress Plugin